Music Score

Serie : UNA VITA PER LA CANZONE:
CLAMA ML-19 FRED BUSCAGLIONE
 

Nato nel 1921, ossia subito dopo la fine della Grande Guerra, proprio per questo Ferdinando Buscaglione potrebbe avere soltanto sviluppato i geni del rinnovamento e della modernizzazione che il termine del conflitto aveva posto in essere anche nel campo della musica decretando la fine della cosiddetta Belle Époque e che certamente madre e padre gli avevano trasmesso come una specie di particolarissima “tara ereditaria”.

   Si dedica subito al jazz, quello italiano, molto sentito però musicalmente piuttosto poverello (quanto, lo constaterà di persona durante la seconda guerra, quando ascolterà i soldati americani che il suo gruppo forse avrebbe voluto sfidare) e già in giovane età fonda gli Asternovas che attraverso alcuni cambiamenti, scioglimenti e rinascite arriveranno fino a noi.

   È a partire appunto dagli anni di guerra che cerca di sfondare col suo gruppo e la sua musica, ma solo l’incontro con Leo Chiosso gli fornirà la chiave del successo vero, mettendolo in grado di anticipare Modugno e la sua rivoluzione, anche se soltanto nel settore della musica da night club. Poi tutto accadrà in gran fretta, molto velocemente, troppo velocemente: ormai popolarissimo morirà nello schianto della sua automobilona americana contro un camion di blocchetti di tufo praticamente quasi fermo in una strada del centro di Roma, mettendo brutalmente fine ad appena un lustro di notorietà e consegnando alla storia la sua immagine tuttora molto utilizzata da altri gruppi ed esecutori anche teatrali di ogni genere, come pare essere destino dei miti.

  Incise dapprima per La Voce del Padrone su dischi a 78 giri di interessante rarità, poi passò decisamente alla CETRA che diffuse i suoi motivi ovunque, come più davvero non si poteva: nel CD illustrativo che accompagna la nostra rivista sono presenti all’inizio tre esempi del “Buscaglione primo stile”, impegnato in esecuzioni di quella musica tanto in voga tra i complessi dei più noti locali notturni. Il “Buscaglione secondo stile” ben conosciuto da tutti noi è rappresentato da una decina di dischi CETRA poco diffusi anche in LP e per nulla in CD. Altri quattro motivi sono tratti direttamente dalla colonna sonora di uno dei film da lui girati. La celebre versione di Whisky facile eseguita in televisione a Il Musichiere di Mario Riva conclude il settore delle sue esecuzioni: pur essendo conosciuta, abbiamo voluto compararla con la stranota edizione commerciale, secondo noi a tutto svantaggio di quest’ultima.

   Ma Buscaglione non fu soltanto bambole, pugni, duri di Chicago e whisky facile: fu anche un talentuoso musicista che compose innumerevoli canzoni poi utilizzate da altri colleghi: è storico come la sua carriera vicino alla radio sia cominciata con il disco a 78 giri del suo motivo Tchumbala Bey fermamente voluto dall’amico Gino Latilla, che lo incise, e che tutti noi abbiamo cantato senza sapere che fosse il suo! Così, abbiamo concluso le 28 tracce di questo CD con alcune composizioni di Buscaglione eseguite da altri cantanti italiani celebri del suo periodo (senza mancare la versione al femminile di Lontano da te), ma anche di estrazione d’oltreoceano come Frankie Laine e Tony Williams; un posto a parte occupa infine la canzone che il nostro musicista presentò al Festival di Sanremo del 1958 in un provino cantato da Gino Latilla e che gli fu inopinatamente bocciata.

 

Nelle 52 pagine della rivista troverete infine una bella e ampia biografia, alcune fotografie di tipo famigliare e una discografia dettagliata come al solito, con la riproduzione di parecchie rare copertine di dischi a 45 giri e 45EP.


Fred Buscaglione

Tutte le incisioni discografiche, oltre a registrazioni dal vivo (TV) e da film

matrici La Voce del Padrone:

  • Meu Rio de Janeiro (canta Gastone PARIGI)

  • Madama Dorè (canta Fatima ROBIN’S)

  • C’est la vie (L. Cichellero)

matrici CETRA:

  • 5-10-15 hours (canta Fatima ROBIN’S)

  • Vocca rossa (Lojacono-Gentile)

  • Let’s bop

  • Io piaccio (Tirannio-De Torres)

  • Pity pity

  • Rock rights (canta Fatima ROBIN’S)

  • Piangi (L. Leoncilli)

  • Sogno d’estate (Livraghi-Bruni)

  • Lontano da te (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • Whisky facile (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • Whisky facile (L. Chiosso-F. Buscaglione)  dalla trasmissione televisiva Il Musichiere
    con il Coro di Voci Bianche dell’Antoniano di Bologna dir. M. Furgiuele

 

dalla colonna sonora del film Noi Duri:

  • A qualcuno piace Fred (L. Chiosso-Gori)

  • Che bella cosa sei (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • Ninna nanna del duro (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • Cielo dei bars (Di Proia-Bellobuono)

 

Le musiche e gli amici di Fred:

  • BETTY CURTIS con l’Orch. dir. Gianni Ferrio: Lontana da te (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • GINO LATILLA con l’Orch. Cinico Angelini: Ciao luna (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • GINO LATILLA con Orchestra (F. Buscaglione alla tromba): Gli uomini non piangono (F. Buscaglione) canzone presentata al Festival di Sanremo, ma scartata dalla Commissione - inedita   (1958)

  • GINO LATILLA con Coretto e Orch. C. Angelini: Tchumbala-Bey (L. Chiosso-F. Buscaglione) (1954)

  • FRANKIE LAINE con Coro e Orch. Ray Ellis: Tchumbala-Bey (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • TONY WILLIAMS (la voce solista dei Platters) con Orch. Sam Cameron: Tchumbala-Bey (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • PETER van WOOD e il suo Complesso: Sconsolatamente (F. Buscaglione)   matrice Vis Radio (1954?)   inedita

  • NATALINO OTTO con Orchestra: 40 sigarette (L. Chiosso-F. Buscaglione)   matrice FONIT (1954)

  • GINO BRAMIERI con Orch. Gigi Cichellero: Raimundo l’oriundo (L. Chiosso-F. Buscaglione)

  • FATIMA ROBIN’S con l’Asternovas Quintet: The lady is a tramp (R. Rodgers)   (1959)



E-mail
Mail
Ritorna alla home page
Top
Lista per Pubblicazione
Pubblicazione
Lista per artista
Artisti
Musical Instrument
Cosa dicono di noi


Music Score